Visti e permessi per il Regno Unito

Ai cittadini italiani e a tutti i cittadini degli stati membri dell'European Economic Area (EEA) non occorre nessun visto o permesso speciale per l'ingresso nel Regno Unito.

E' possibile risiedere, lavorare come dipendente o iniziare un proprio business senza alcuna particolare restrizione burocratica.

Visto britannico per turismo

Per i cittadini comunitari non è necessario

Permanenza: illimitata

I cittadini dei seguenti paesi non hanno bisogno di un visto per entrare come turisti:

Andorra, Antille olandesi, Argentina, Aruba, Australia, Austria, Belgio, Bolivia, Brasile, Bulgaria, Canada, Cile, Corea del Nord, Corea del Sud, Costa Rica, Danimarca, El Salvador, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Gibilterra, Grecia, Groenlandia, Guadalupa, Guam, Guatemala, Guiana francese, Honduras, Hong Kong, Irlanda, Islanda, Isole Cook, Isole Marshall, Isole Vergini americane, Israele, Italia, Liechtenstein, Lussemburgo, Macao, Malta, Martinica, Messico, Micronesia, Monaco, Nicaragua, Niue, Norvegia, Nuova Caledonia, Paesi Bassi, Palau, Panama, Paraguay, Polinesia francese, Portorico, Regno Unito, Riunione, Romania, Samoa, San Marino, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Timor orientale, Ungheria, Uruguay, Vaticano, Venezuela.

Anche se non si necessita del visto si consiglia di essere in possesso di un biglietto di ritorno, o, in caso di biglietto di sola andata, di poter dimostrare sufficienti mezzi di sostentamento durante il periodo di permanenza.

Visto britannico per affari

Per i cittadini comunitari non è necessario

Permanenza: illimitata

Visto britannico per studio

Per i cittadini comunitari non è necessario

Permanenza: illimitata

Visto britannico per lavoro

Per i cittadini comunitari non è necessario

Permanenza: illimitata
 

Informazioni per i residenti in Italia, ma  che non hanno la cittadinanza italiana: 

www.ukba.homeoffice.gov.uk